© Olivier Minotti 2014
Dott. Olivier Minotti  Spec. FMH Chirurgia ortopedica
Infiltrazione 
Home Anca Ginocchio Spalla-Gomito Piede Trauma Sport Contatti Info su Links Infiltrazione ginocchio
INFILTRAZIONI DEL GINOCCHIO Questo foglio informativo è  destinato a fornire ai pazienti elementi per capire meglio cosa oggi viene  proposto come terapia a base di infiltrazioni articolari particolarmente per il trattamento conservativo della  sintomatologia dovuta all’artrosi.    Introduzione Oggi c’è una grande confusione sulle varie terapie dell’artrosi a base di infiltrazioni  articolari. Non di raro si sente dire: “ il dottore mi ha fatto un’infiltrazione di  cartilagine” oppure “mi ha iniettato una nuova cartilagine e mi ha rimesso il  ginocchio a nuovo” . Tutto falso. Le iniezioni articolari hanno sempre un effetto  palliativo e non permettono di eliminare l’artrosi in atto ma possono ridurre la  sintomatologia dolorosa. Abbiamo a disposizione 3 tipi di infiltrazioni articolari:  1. Cortisonici: Le infiltrazioni intraarticolari di cortisonici (Diprophos, Depomedrol,...) sono efficaci e hanno un buon effetto antiinfiammatorio e  di conseguenza antidolorifico. Sono utilizzate in caso di patologie infiammatorie articolari acute o croniche quando l’indicazione  operatoria non è ancora data oppure quando un paziente non può essere operato per vari motivi (età avanzata, cattivo stato  generale,..).   2. Acido ialuronico o viscosupplementazione L'acido ialuronico,  componente del liquido l'articolazione e ad attutire gli stress meccanici.  L’ infiltrazioni di acido ialuronico vuole ristabilre le proprietà visco-elastiche del liquido sinoviale con lo scopo di ridurre il dolore e  di migliorare la funzionalità articolare. Ci sono però controverse sull’efficacica dell’ acido ialurinico nel trattamento dell’artrosi.  Certi studi concludono nell’assenza di beneficio dopo infiltrazione di acido ialuronico e altri studi dimostranno una sua efficacia.  Quello che è sicuro è che l’acido ialuronico non regenera la cartilagine mancante.  L’acido ialuronico è venduto da diversi produttori: Ostenil, Hyalur, Sinvisc,... La soluzione è iniettata nell’articolazione con lo  scopo di migliorare la lubrificazione Sono effetuate 3 iniezioni a distanza di 3 settimane l’una dell’altra. Esistono ora dei dosaggi  che riducono il trattamento ad una sola iniezione.  Solitamente il prezzo del prodotto è a carico del paziente perché non è sempre rimborsato dalle assicurazioni   malattia. I prezzi dei vari prodotti vanno dai 120 fr ai 502 fr per 3 iniezioni  Prezzi di alcuni prodotti attualmente sul mercato in Svizzera  Ostenil  3 x 20 mg/2ml: sfr 194  Synvisc 3 x 2ml:sfr 502.65 (estratto da cresta di gallo)  Hyalur 3 x 20 mg/2ml: sfr 192.45  Sinovial 3 x 16 mg/2ml: sfr 193.30 (111 euro in Italia)  Suplasyn 3 x 20 mg/2ml: sfr 287.55  Orthovisc 3 x 30 mg/2ml  Biovisc Ortho 3 x 20 mg/2m: sfr 120  Le complicazioni dopo infiltrazione di acido ialuronico sono eccezionali. Raramente si può riscontrare un arrossamento  cutaneo a livello dell’iniezione oppure un’infezione. A volte l’iniezione di acido ialurinico non è seguita da nessun miglioramento  della sintomatologia dolorosa.  3. PRP Il Platelet-Rich Plasma, plasma arricchito in piastrine  è un prodotto di  derivazione ematica studiato da numerosi anni in diverse branche della  medicina. Le piastrine, di cui è ricco il P.R.P., rilasciano  numerose sostanze  che promuovono la riparazione del tessuto danneggiato grazie alla capacità  di liberare fattori di crescita.  Nella pratica clinica la terapia con fattori di crescita di derivazione piastrinica  trova impiego sia nelle lesioni cartilaginee o artrosi precoce del ginocchio  che nelle patologie tendinee.I pazienti con degenerazione della cartilagine e  artrosi precoce del ginocchio possono trarre giovamento da iniezioni di  plasma arricchito di piastrine (PRP), secondo i risultati preliminari di uno  studio controllato e randomizzato presentato al congresso annuale  dell’American Society for Orthopaedic Sports Medicine.  Il PRP viene ottenuto da un normale prelievo di sangue venoso. In seguito, secondo una speciale procedura di centrifugazione,  si ottiene una concentrazione di piastrine  che viene re-inoculata nel sito da trattare, dove rilascia dei fattori di crescita in grado,  si pensa, di stimolare in maniera del tutto naturale e selettiva la rigenerazione e la guarigione del tessuto lesionato.